CON IMMAGINI IN 3D E ANIMAZIONE

Flyby di Phobos, ecco le prime foto

L'Agenzia spaziale europea ha appena rilasciato le istantanee di Phobos, la principale luna di Marte, scattate durante il flyby del 7 marzo dallo strumento HRSC, a bordo della sonda Mars Express.

Foto della zona d'atterraggio per Phobos-Grunt, scattata da HRSC il 7 marzo 2010. Credits: ESA/DLR/FU Berlin (G. Neukum)

Quale che sia la sua origine, un asteroide catturato da Marte o un satellite che si è formato in loco, la superficie di Phobos non ha più misteri. Durante il recente flyby della sonda Mars Express ad appena 107 chilometri dalla misteriosa luna, infatti, lo strumento HRSC (high-resolution camera, una vera e propria macchina fotografica digitale spaziale) lo ha immortalato in ogni dettaglio. Le immagini, con una risoluzione elevatissima (ogni pixel corrisponde a un quadrato di appena 4.4 metri di lato), sono state rese pubbliche oggi dall’Agenzia spaziale europea.

Phobos è un corpo estremamente irregolare di circa 27x22x19 chilometri. Per la sua forma sgraziata e la sua superficie segnata da numerose irregolarità, molti lo associano a una sorta di «patata spaziale». Come la nostra Luna con la Terra, anche Phobos mostra a Marte, il pianeta attorno al quale orbita, sempre la stessa faccia. Per fotografarne il lato nascosto è dunque necessaria una sonda che voli oltre l’orbita di Phobos. È quanto è riuscita a fare Mars Express, l’unico satellite al momento in grado di intersecare così da vicino la luna marziana.

Oltre che suggestive (se avete gli occhialini, potete gustarvi anche la versione in 3D!), le immagini raccolte da HRSC saranno fondamentali per gli scienziati che stanno pianificando la missione russa Phobos-Grunt, che nel 2011 dovrebbe atterrare su Phobos, raccoglierne alcuni campioni e riportarli sulla Terra. In particolare, permetteranno di selezionare le zone migliori e più sicure per l’atterraggio del lander.

Il flyby di Mars Express attorno a Phobos, al quale abbiamo dedicato nelle settimane passate uno speciale in quattro puntate, continuerà fino alla fine di marzo.

[flv:http://www.media.inaf.it/wp-content/uploads/2010/03/phobos-flyby-anim.flv 400 300] Qui a fianco, una simulazione animata del flyby del 7 marzo 2010 di Mars Express su Phobos (crediti: ESA/DLR/FU Berlin – G. Neukum). Altre immagini e informazioni sono disponibili sul sito web dell’Esa.